Inviato da il
SOCIAL:

Rinnovabili in campo, Enel ed Eni faccia a faccia

Ancora prima che si sapessero i risultati del referendum alle urne, in borsa i titoli  delle energie rinnovabili  hanno spiccato il volo, odore di speculazione certo, ma a parte il fattore economico le decisioni prese riguardo il nucleare avranno un peso in futuro.

Rinnovabili in campo, Enel ed Eni faccia a faccia

Ancora prima che si sapessero i risultati del referendum alle urne, in borsa i titoli  delle energie rinnovabili  hanno spiccato il volo, odore di speculazione certo, ma a parte il fattore economico le decisioni prese riguardo il nucleare avranno un peso in futuro. Le due principale aziende fornitrici di energia in Italia Enel ed Eni si giocano le alternative tra carbone e gas. In particolare il più grande progetto di riconversione a carbone dell'Enel è stato bloccato dal Consiglio di Stato, a Porto Tolle (Rovigo), come il progetto identico a  Torrevaldaliga Nord (Civitavecchia), che pur avendo una riduzione delle emissioni di CO2 anche del 40% perché inviate sotto terra, risulta secondo gli ambientalisti ancora troppo inquinante. Quindi No al nucleare, ma non per questo  speculazioni ed investimenti  a tutta birra  su ciò che comunque si sapeva fosse  letale per l'ambiente. Energie rinnovabili vuol dire sfruttare gli elementi, il vento, il sole, l'acqua, possibile che in questo paese si debba sempre ricadere sulle stesse trappole di mercato? Intanto la vittoria dei Sì è un chiaro segnale di cambiamento e di crescita. In Giappone allarmante dichiarazione del Ministro dell'Industria che  afferma che il nucleare rimane in ogni caso il quarto pilastro dell'idustria energetica,  forse sarebbe il caso che il ministro chiedesse al popolo nipponico cosa ne pensa a riguardo.

Se trovi questo articolo su un blog diverso da "net1news.org" si tratta probabilmente di una copia non autorizzata. L'indirizzo originale di questo articolo è: Rinnovabili in campo, Enel ed Eni faccia a faccia scritto da .